http://www.movimento5stellesancostanzo.org/urbanistica/

Urbanistica

Il programma del Movimento 5 stelle San Costanzo per quanto riguarda l’urbanistica prevede quanto segue:

  • Nuove costruzioni: agevolare, attraverso lo strumento urbanistico, tutte quelle tecniche relative alla bioedilizia, al basso impatto ambientale e con particolare interesse all’efficenza energetica degli edifici, per dare impulso a politiche e misure sempre più efficaci in questo settore,per generare apprezzabili risparmi energetici, e aprire nuove e importanti possibilità di mercato.
  • Incentivazione: se ci sarà la possibilità anche attraverso bandi nazionale ed europei, (es.piccoli borghi), incentivi finalizzati al recupero ed alla riqualificazione degli edifici storici e dei vecchi fabbricati.
  • Decoro Urbano e riqualificazione dei centri storici:è nostra intenzione a tal proposito provvedere al recupero di spazi attualmente degradati ed inutilizzati per manifestazioni turistiche e culturali, anche attraverso la collaborazione con organizzazioni private, per attività ricreative, ricettive e turistiche.
  • I viali: lo scopo degli interventi sarà quello di garantire una circolazione scorrevole a velocità limitata e maggiori spazi pedonali e ciclabili, di rendere più organizzati e fruibili gli spazi pedonali e di sosta con una sistemazione del verde, delle pavimentazioni e dell’arredo più funzionale, di manutenzione ridotta e di piacevole effetto estetico.
  • Le aree Verdi: Riteniamo sia giunto il momento di trasformare le poche aree verdi all’interno dei centri abitati, in zone verdi attrezzate a disposizione dei cittadini. È inoltre importante che nelle aree di completamento urbanistico residenziale, vengano riservati e realizzati spazi che consentano il gioco dei bambini in sicurezza e la sosta degli anziani. Per avere aree verdi piacevoli e funzionali è anche necessaria un’adeguata manutenzione, va perciò studiato un piano del verde che ottimizzi le risorse economiche garantendo una buona qualità degli alberi, dei prati, delle attrezzature, ecc.

a cura di Marco Sonnante

3 comments

  1. Pia Miccoli ha detto:

    Mi piace pensare di creare un circuito ciclo-pedonale che colleghi luoghi evocativi di SAn Costanzo, ristrutturati e capaci di raccontare di sè (attraverso le testimonianze degli anziani). Penso ad esempio ai lavatoi e fontanili (quello dietro le case che si trovano davanti alla chiesa di Sant’Agostino, quello in fondo ai Tufi, quello sotto il campo sportivo). Si può trarre ispirazione da Pennabilli, dove Tonino Guerra ha rivitalizzato e dato sapore a luoghi degradati creando ad es. il giardino dei frutti dimenticati, la via delle meridiane, il giardino dei pensieri, l’angelo con i baffi ecc. Attrazione e curiosità per il turista, luoghi della memoria capaci di attrarre anche le passeggiate dei sancostanzesi,luoghi interessanti dove incontrarsi.

  2. Pia Miccoli ha detto:

    Indispensabile, secondo me, fare di tutto per realizzare la circonvallazione e liberare il centro dal traffico. La piazza deve tornare ad essere il luogo della socialità, come in ogni paese che si rispetti. Io non so dove portare i bambini a fare una passeggiata, non esistono luoghi di ritrovo in questo paese che non siano i bar. I miei figli non sanno più andare in bicicletta, perchè non so dove portarli. Non esistono luoghi, a parte la bella iniziativa della biblioteca, dove possono incontrare i loro amichetti.

    • Marco Sonnante ha detto:

      …meglio tardi che mai, ti chiedo scusa per il ritardo con cui ti rispondo, ma fino ad ora non ero autorizzato a farlo( non perchè me lo impedisse qualcuno, ma perchè non abilitato)
      concordo pienamente con quanto da te esposto, io abito questo Paese da quando sono nato e ne conosco gli angoli più reconditi ed ogni sera, passeggiando con il mio cane, penso e ripenso a come si potrebbe migliorare la vita delle persone, ad esempio penso che si dovrebbe ripensare alla destinazione d’uso di piazza Pascolini (da Toto) per farla ritornare il “cuore pulsante” e di ritrovo, come lo era fino a qualche anno fa per i giovani e per le famiglie con i bambini; penso a percorsi naturalistici (tipo quelli a cui fai riferimento ad esempio delle vecchie fonti) ora abbandonati a rovi ed erbacce…. ma purtroppo ci si deve scontrare con la realtà di quei 1818 voti a favore di questa amministrazione che purtroppo si dedica con molto fervore nel portare a teatro chitarristi australiani a beneficio di una nicchia di pubblico, piuttosto che risolvere problemi di chi vive il paese.
      saluti
      Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *