http://www.movimento5stellesancostanzo.org/stranezze-in-comune/

Stranezze in comune

Stranezze in comune

Ieri, in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale, mi sono imbattuto in alcune situazioni che ritengo alquanto bizzarre.

La prima riguarda un piccolo tratto di strada comunale, ormai inutilizzata, penetrante all’interno della proprietà di un nostro concittadino. Ad oggi, tale proprietà demaniale, viene utilizzata dall’agricoltore per le proprie colture, dando continuità alla proprietà ed alle lavorazioni agricole. Nel frattempo il nostro Ente ha proposto, alle proprie condizioni, la vendita della piccola superficie all’agricoltore. Da parte sua l’agricoltore sarebbe anche interessato all’acquisto ma ad un prezzo non paragonabile a quello proposto dal Comune. Morale: la trattativa continua (da anni), la coltivazione continua, la presa per i fondelli….. pure. Stando così le cose si potrebbe creare per assurdo un precedente tale che consentirebbe, a qualsiasi concittadino, la realizzazione di un proprio orto privato in ogni spazio di verde pubblico. Che ne dite?

 

La seconda bizzarria riguarda la mia richiesta di accesso ad atti necessari per interpretare in maniera più corretta l’argomento TARI, discussa in consiglio comunale ieri; documenti consegnati a me oggi.

La stranezza sta nel fatto che sia la maggioranza che l’altra parte dell’opposizione, ne erano già in possesso dalla scorsa settimana, quest’ultima, senza averne nemmeno fatto richiesta. Che roba!!

 

La terza stranezza riguarda un difetto di comunicazione, in particolar modo sui tempi di scambio di informazioni. Come avreste dovuto sapere, nei giorni del 19, 20 e 21 una delegazione tedesca, in rappresentanza di diversi paesi gemellati con alcuni comuni della nostra provincia, ci ha fatto visita.

Ieri in C.C., ho sottolineato come, almeno per il nostro territorio, non si sia data la diffusione e l’informazione alla nostra comunità, che un evento del genere, avrebbe meritato: il nulla o poco più.

La cosa più buffa è che il programma ufficiale delle attività del gemellaggio ci è stato consegnato (forse per errore?) via e-mail il giorno 26 Maggio, quando già i tedeschi erano rientrati dalla “vacanza” italiana, da una settimana. Che le poste italiane fossero causa di ritardi nel recapito di lettere e missive è da sempre un luogo comune, ma che già anche le e-mail fossero sulla stessa buona strada….. questo mi è nuovo.

Per il resto……. tutto bene.

 

Giovanni Furlani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *