http://www.movimento5stellesancostanzo.org/remember/

REMEMBER ?

Era il lontano 13/03/2014, quando appena iniziata la campagna elettorale, il nostro Sindaco, alla fine di una lettera ai cittadini concludeva così la polemica Facebookiana sulle sfere e paletti di corso Matteotti:

“…Vi è venuto in mente che quei paletti servono per proteggere i pedoni che devono poter camminare liberamente sul marciapiede senza rischiare che una macchina li investa? Da quando non c’erano più le sfere tanti automobilisti parcheggiavano con il muso delle auto quasi dentro i negozi e bar ostruendo il passaggio, per non parlare di quelli che per andare più veloci addirittura circolavano sul marciapiede stesso   [….]  Sono stati abbattuti paletti e sfere anche lungo il lato del corso in cui non ci sono parcheggi, questo vuol dire che il problema non sono le manovre di parcheggio, bensì la velocità e la disattenzione degli automobilisti. Se non ci fosse stato quel paletto o quella sfera a fungere da protezione l’auto avrebbe investito direttamente un bambino, un anziano o un qualsiasi altro pedone!!! Infine, vi ricordo che lungo il corso c’è il limite di velocità dei 30 km/h e se vai più piano forse è anche più facile che ti venga in mente di fermarti in un negozio, in chiesa, al bar, al forno, in edicola o in farmacia, non vi pare ?!!! Se fai le corse non ti fermi nemmeno per fare la spesa! Questo è il senso civico di cui siamo capaci cari concittadini?!!! Non credo proprio!  Con simpatia ed affetto saluti dalla Sindaca!”

Da quel 13 marzo 2014, è passato poco più un anno, ma ad oggi mancano alla conta già una quindicina di paletti !

il più fortunato di loro è stato utilizzato per fare da zavorra ad un cartello stradale in cima al corso, così ha finalmente trovato il modo di dare un senso alla sua statica esistenza,

per i suoi fratelli meno fortunati, si aprirà la strada verso la fonderia più vicina, la quale, con il suo fuoco purificatore, espierà il loro peccato più grave, ossia aver favorito la “potentissima e famigerata lobby dei carrozzieri”, riportandoli a nuova vita  e “reincarnandoli” in qualche altro oggetto d’arredo più utile del precedente.

I superstiti cercheranno di resistere stoicamente, come ultimi Highlander, agli insulti proferitogli dagli automobilisti sprovvisti di sensori di parcheggio, o di qualche pedone che, distratto dal suo smart-phone, ci andrà a sbattere in ciabatte fratturandosi il dito mignolo!

Scherzi a parte, ma le domande sorgono spontanee:

1)Il fatto che non siano ancora stati sostituiti o reintegrati significa forse che la questione sulla sicurezza dei pedoni contava solo perché erano prossime le elezioni comunali?

2)Il motivo per cui non si è provveduto a reintegrarli è perché finalmente si è capito che non servono effettivamente a proteggere i pedoni ma sono solamente un ostacolo alle manovre delle auto?

3)non vi sembra  che giusta o sbagliata che sia, visto che parliamo di denaro pubblico, la strada intrapresa negli anni vada difesa e portata avanti?

4)Il decoro urbano (non solo di Corso Matteotti) di cui avremo diritto di godere è scemato insieme al tanto decantato slogan elettorale con foto scenografica …“SAN COSTANZO CI STA A CUORE” ?

In attesa di vedere la caduta degli “ultimi Samurai”, attendiamo fiduciosi una risposta.

gli ultimi Samuraipa...letto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *