http://www.movimento5stellesancostanzo.org/interrogazione-2016-007-le-bombe-cerasane/

Interrogazione 2016-007 – Le bombe cerasane

Gent.mo Sindaco,

a quasi un mese di distanza dal rinvenimento in località Croce di Cerasa dei due ordigni residuati bellici della seconda guerra mondiale, non si hanno in merito, notizie ufficiali e certe.

Immediatamente dopo il rinvenimento degli ordigni, la loro messa in sicurezza che ne è succeduta, il blocco della viabilità nei doppi sensi di marcia sulla S.P.16 e la conseguente modifica della viabilità locale, atta a by-passare il blocco e garantire comunque un minimo di scorrimento dei veicoli, ci ritroviamo a riflettere su notizie vaghe, spesso provenienti da fonti sconosciute.

Al fine di evitare di alimentare ipotetici fantastici scenari, inerenti le modalità e i tempi per il completamento delle operazioni di bonifica dell’area interessata, il sottoscritto Giovanni Furlani nato a Fano (PU) il 7 luglio 1969 e residente a San Costanzo in Via XXV Aprile, 4/F, in qualità di Consigliere Comunale per il “Movimento 5 Stelle di San Costanzo”,

INTERROGA IL SINDACO

–      Chi sta lavorando sulla situazione di emergenza e chi è il referente o responsabile nominato?

–      Quali sono ad oggi le azioni concordate che verranno adottate per la rimozione degli ordigni e del blocco stradale sulla S.P.16?

–      Quali sono i tempi per la risoluzione del problema visto che il blocco al traffico riguarda la principale arteria di comunicazione del territorio comunale sul quale circola l’intero flusso di traffico dei comuni del crinale fra le valli del Metauro e del Cesano attualmente deviato su strade secondarie le quali, trattandosi di strade a carattere residenziale, non risultano avere caratteristiche costruttive idonee a far fronte a questo tipo di viabilità per un tempo così lungo?

Senza dimenticare che i tratti di viabilità interessati dalla modifica, risultano essere privi di marciapiedi e tutta l’area dotata di parcheggi probabilmente non sufficienti in risposta alle necessità dei residenti e dell’attività di B&B presente.

–      Ripristinata la viabilità sulla S.P.16 o prima, se le condizioni delle sedi stradali dovessero renderlo necessario, come si intenderà procedere al ripristino delle sedi di via San Lorenzo e Via Nenni, strade queste interessate dalla deviazione in essere, già da ora pesantemente segnate dal passaggio di tutto il traffico dirottato dalla S.P. 16? Chi ne effettuerà il ripristino e chi si sobbarcherà gli eventuali costi?

Il portavoce

Giovanni Furlani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *